DUNKIRK

Davanti a un film come questo si resta (quasi) senza parole.

Si possono usare vocaboli come

  • epico
  • grandioso
  • commovente

Si può lodare l’uso magistrale della macchina da presa.

Si può applaudire l’interpretazione di attori come Mark Rylance, Kenneth Branagh, Ton Hardy, Harry Styles ecc.

Si può apprezzare la coralità dell’intreccio: non esiste un solo protagonista e nessun personaggio occupa la scena più dello stretto necessario.

Ma lo hanno fatto già in tanti. Perciò dedicherò le prossime righe a elencare le categorie di spettatori a cui DUNKIRK non piacerà.

Poi ci schiaffo un’immagine e infine riassumo la trama (ma tanto la conoscete già)

DUNKIRK non piacerà ai ragazzini under 21 (ormai sono la maggior parte del pubblico) che vogliono l’eroe spaccaculi e lo sterminio dei cattivi.

Non piacerà ai fanatici del pacifismo, a quelli che non amano le uniformi militari; provate voi a trovare una soluzione pacifica con Hitler? (bisognava schiacciarlo subito, prima ancora degli accordi di Monaco)

Non piacerà (temo) ai giurati dell’Academy. Non ci sono attori americani nel cast (Nolan vive a Los Angeles, ma è inglese che più inglese non si può) e questo pesa al momento della votazione…
dun
TRAMA ESSENZIALE

Giugno 1940. Centinaia di migliaia di anglofrancesi sono costretti a fuggire dalle spiagge di Dunkerque, incalzati dai tedeschi apparentemente invincibili.

Dal punto di vista materiale è una disfatta (tutti i cannoni e i carri armati sono abbandonati), ma soldato che scappa è buono per un’altra battaglia e 4 anni dopo i vari Tommy e Alex traverseranno la Manica in senso inverso.

Annunci
Published in: on settembre 4, 2017 at 7:40 am  Comments (10)  
Tags: , , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://ilbibliofilo.wordpress.com/2017/09/04/dunkirk/trackback/

RSS feed for comments on this post.

10 commentiLascia un commento

  1. Per esperienza personale (*), aggiungo che non piacerà (molto) a chi è abituato a vedere film costellati di spiegoni grandi e piccoli. Qui bisogna fare attenzione, e tanta comunicazione è non verbale.

    (*) Nel senso che riporto quello che ho sentito da vicini al cinema – a me è piaciuto molto, e sarei più possibilista per gli Oscar.

    Liked by 1 persona

    • Non è impossibile la statuetta per il miglior film (non so quali saranno i concorrenti); più probabile quella per la fotografia
      L’ultimo film SENZA ALCUN ATTORE USA premiato risale al 2008 (THE MILLIONAIRE)

      Mi piace

  2. conto di vederlo a breve

    Mi piace

  3. Vi sta piacendo a tutti.
    Ma io potrei bombardarlo. Così, giusto per fare il bastian contrario. 🙂

    Mi piace

  4. […] del secondo ho parlato qui […]

    Mi piace

  5. Non sono di quelli cui non è piaciuto, ma francamente non mi ha neanche esaltato… Secondo me comunque qualche Oscar lo prenderà, soprattutto nel reparto tecnico

    Mi piace

    • “Un buon film è come un buon vino. Deve invecchiare bene e non si può esaltarlo appena messo in botte…” (ho citato bene?)
      Anni fa questa analogia tra le bottiglie e i film mi spinse a scrivere un post che magari ripubblicherò

      Liked by 1 persona

      • Sì più o meno suonava così 😁
        Beh a questo punto mi hai incuriosito e non vedo l’ora di leggere questo post 😉

        Mi piace

  6. […] PREMESSO CHE sul suo giudizio (“filmetto piccolo piccolo”) non concordo e se volete sapere perché leggete qui. […]

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: