Dove si parla di vacche magre, di cartoni animati, della religione che non c’è più, di amore, di guerra e del piatto che piange

Dall’inizio della stagione (da agosto a oggi) vedo solo film anglosassoni nella TOP TEN. Solo al 12° posto trovo IN GUERRA PER AMORE, una storia grottesca che è piaciuta (soprattutto ai siciliani) ma senza esagerare…
pif

Noto che i posti più alti della classifica sono occupati da film d’animazione (ere glaciali, pesciolini colorati ecc) o simili. E mi chiedo perché in Italia non esce un cartone animato come si deve da 40 anni: l’ultimo (ALLEGRO MA NON TROPPO) è del 1976.

  • Non abbiamo buoni disegnatori?
  • I nostri autori non sanno cosa piace veramente ai bambini (tipo MINIONS)?
  • I produttori vogliono investire solo nelle solite farsacce natalizie?

mini
Già, le farsacce. Note come “cinepanettoni”.

Forse tra un mese qualche italiesco comparirà nella graduatoria dei maggiori incassi (vedi sotto); ma quest’anno non ci sono Zalone, Pieraccioni e Verdone…

Forse NON C’E’ PIU’ RELIGIONE (Angela Finocchiaro, Bisio e Gassmann) porterà qualche soldino nelle casse. Magari anche i miei.
angel

Dal 1/8/2016 a oggi gli incassi sono stati questi (fonte Cinetel):

  1. ALLA RICERCA DI DORY (15.140.000 euro)
  2. PETS – VITA DA ANIMALI (13.269.000)
  3. ANIMALI FANTASTICI E DOVE TROVARLI (12.963.000)
  4. INFERNO (12.413.000)
  5. SUICIDE SQUAD (12.104.000)
  6. L’ERA GLACIALE (8.715.000)
  7. DOCTOR STRANGE (7.298.000)
  8. IO PRIMA DI TE (7.068.000)
  9. BRIDGET JONES’S BABY (5.576.000)
  10. LA RAGAZZA DEL TRENO (4.843.000)
Published in: on dicembre 2, 2016 at 9:06 am  Comments (2)  
Tags: ,