PETER SELLERS: un GRANDE o un APEG? (il dubbio vi sembra scandaloso? adesso vi spiego…)

Richard Henry Sellers (in arte Peter). 1925 – 1980.
strangelove
Indimenticabile interprete di

  • Dr. STRANAMORE (Kubrick, 1964): veste 3 ruoli diversissimi (scienziato nazista, presidente americano e militare inglese); ascoltatelo nella v. o. dove anche le sue voci sono diversissime
  • HOLLYWOOD PARTY (Edwards, 1966): è Bakshi, un cataclisma vivente
  • OLTRE IL GIARDINO (Ashby, 1979): è un surreale messia nell’America dei videodipendenti
  • e mettiamoci anche l’ispettore Clouseau: LA PANTERA ROSA (Edwards, 1963) introduce il buffo personaggio; numerosi i sequels (però meno riusciti)

Purtroppo questo bravissimo attore non fu diretto solo da maestri come Stanley Kubrick e Blake Edwards. Per sbarcare il lunario furono girate decine di filmuzzi, alcuni dei quali elencherò alla fine del postaccio, e fatalmente il grande talento di Sellers venne sprecato.

Perché questo significa essere APEG: avere immense potenzialità ma esprimerle solo in poche occasioni. Così come Sordi fu grandissimo con Fellini, Comencini, Scola, Monicelli, Nanni Loy ecc; ma si rese colpevole di ignobili pellicole (leggete questo elenco, se osate)

Lo stesso dìcasi per Walter Chiari: nelle mani di Orson Welles se la cavò alla grande col personaggio shakespeariano di Silence, ma la maggior parte della sua filmografia è fatta di oscenità come PASSI FURTIVI IN UNA NOTTE BOIA

Cosa avrebbe potuto fare Walter se avesse scelto di fare l’attore drammatico?

Cosa avrebbe potuto fare Peter se non fosse stato dominato dall’alcool?

Come promesso elenco qui qualche nefandezza tra quelle che ho visto (se volete bene a Peter Sellers non cercatele; se le avete viste mi darete ragione):

IL BRACCIO SBAGLIATO DELLA LEGGE (Cliff Owen, 1963)

M’E’ CADUTA UNA RAGAZZA NEL PIATTO (Roy Boulting, 1970)

DIMMI DOVE TI FA MALE (Rod Amateau, 1972)

IL GRANDE MAC GONAGALL (Joseph McGrath, 1974) in cui PS interpreta (male) la regina Vittoria

IL DIABOLICO COMPLOTTO DEL DR. FU MANCHU (Piers Haggard, 1979)
pete

Annunci
Published in: on settembre 6, 2015 at 3:29 pm  Comments (3)  
Tags:

The URI to TrackBack this entry is: https://ilbibliofilo.wordpress.com/2015/09/06/peter-sellers-un-grande-o-un-apeg-il-dubbio-vi-sembra-scandaloso-adesso-vi-spiego/trackback/

RSS feed for comments on this post.

3 commentiLascia un commento

  1. Grande; il suo talento è indubbio, al di là delle ragioni “alimentari” di qualche interpretazione. Alle sue grandi interpretazioni con Kubrick, aggiungerei quella di Clare Quilty in Lolita.

    Mi piace

  2. Grande. Chiudo volentieri un occhio per le porcherie a cui a partecipato, anche se Fu Manchu a me ha fatto ridere, nonostante tutto. A proposito, anche in Invito a cena con delitto, sceneggiato da Neil Simon, interpreta un cinese, evidente parodia di Charlie Chan.

    Mi piace

    • Grazie della segnalazione
      Punteggio provvisorio: GRANDE 2 – APEG 0

      Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: