24 maggio 1915 (prendete appunti: probabilmente ve lo chiederanno all’esame)

Cento anni fa il regno d’Italia dichiarò guerra all’impero di Cecco Beppe.

Vedendo in prospettiva, possiamo dirlo subito: NON è una ricorrenza felice.

Occorre che spieghi perché?

Sangue, devastazioni, quel culto della vita militare (“l’igiene del mondo…”) che sappiamo cosa ci ha portato. Ci toccherà sentire la vecchia balla che quella guerra rinsaldò il popolo italiano? Alla fine gli italiani erano più divisi di prima: c’era una tale tensione tra interventisti e neutralisti, che il 4 novembre del 1919 il primo Anniversario fu celebrato in sordina, perché già tirava aria di guerra civile…

Ci toccherà anche risentire quella canzone di E. A. Mario, fasulla fin nei particolari?

“l’esercito marciava… per far contro il nemico una barriera…” (nella realtà, il nemico era schierato sulla difensiva; eravamo noi ad attaccare); dopo l’immagine elencherò alcuni dati che serviranno all’esame
guerra
Dicevamo?

Ah, sì; sapete a quali stati stranieri l’Italia ha dichiarato guerra, grazie alle scalmane belliciste dei suoi Capi?

(l’elenco è lungo e forse ne dimenticherò qualcuno)

  • Impero d’Austria (1866)
  • Impero d’Etiopia (1895; poi abbiamo fatto il bis nel 1935)
  • Impero turco (1911)
  • Impero austro-ungarico (1915)
  • Impero tedesco (1916)
  • Francia e Impero britannico (1940)
  • Grecia (1940)
  • Jugoslavia (1941)
  • Unione Sovietica (1941)
  • Stati Uniti d’America (11 dicembre 1941)
  • e mi fermo qui, perché sarebbe troppo lungo aggiungere tutte le altre guerre, interventi, “missioni di pace” ecc, che hanno mandato i nostri marinai e i nostri soldati a morire in Cina, Spagna, Libano, Balcani, Iraq…

E sapete quali stati hanno attaccato noi? NESSUNO, a parte quel simpaticone di Hitler, l’8 settembre 1943 (ma, formalmente, non era una dichiarazione di guerra)

In fondo noi siamo simpatici, facciamo tenerezza. Noi non siamo un popolo di guerrieri, siamo quelli di Arlecchino e Pulcinella, dei macaroni e della tarantella, figaro qua figaro là sono il factotum della città lalla la ralla lalla lallà!

Annunci
Published in: on maggio 24, 2015 at 11:31 am  Comments (3)  
Tags: ,

The URI to TrackBack this entry is: https://ilbibliofilo.wordpress.com/2015/05/24/24-maggio-1915-prendete-appunti-probabilmente-ve-lo-chiederanno-allesame/trackback/

RSS feed for comments on this post.

3 commentiLascia un commento

  1. Chiedono di sicuro all’esame!

    Mi piace

    • Scommessa vinta in anticipo. Se non sarà nella prova scritta, ci sarà sicuramente una domandina nell’orale magari coinvolgendo Ungaretti, D’Annunzio, Lussu e (perché no?) Hemingway, che era anche lui sul Piave

      Mi piace

  2. […] gli appunti e, se vi avanza tempo, leggete il mio post del […]

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: