come fu che io, viaggiando nel tempo, chiesi a un postero (accento sulla prima O) chi fosse stato eletto Presidente della Repubblica italiana e chi avesse vinto gli Oscar nel 2015

Dopo essere salito sulla De Lorean che Marty Mc Fly mi ha prestato a Natale (gliela devo restituire sabato, sennò mena) ho impostato la data di arrivo: 23 febbraio 2015.

Ma mi è slittata la frizione. Per cui mi sono ritrovato nel 9999 (la data però era giusta: 23 febbraio, ore 8 e 19) in una discarica puzzolente, simile alla sala d’aspetto della stazione di Milano Centrale.

Davanti a me c’era una specie di ammasso gelatinoso (immagino fosse un vigile urbano) che mi rivolse le seguenti parole: Mastianazz gerburg gurdulù, plim plum plà!

il che (secondo me) andava tradotto con: Anvedi ‘sto burino!      Qui non si può parcheggiare! Vada via subito o faccio rimuovere il suo veicolo dal carro attrezzi!

Risposi che sarei andato via, ma prima volevo sapere da lui (o lei?) chi fosse stato eletto Presidente in Italia nel 2015. E a chi nello stesso anno fossero andate le statuette dorate dell’Academy of Motion Picture Arts.

Smurg!

Traduco: Non so cosa voglia dire Presidente, ma la parola Italia è un termine oltremodo volgare (dal che deduco lei essere un gran villano) connessa al processo di escrezione. Invece ricordo perfettamente chi vinse gli Oscar nel 2015. Per limitarmi ai premi principali: BOYHOOD miglior film, R. Linklater miglior regista, E. Redmayne miglior attore, M. Cotillard miglior attrice, THE GRAND BUDAPEST HOTEL miglior sceneggiatura originale, THE IMITATION GAME miglior sceneggiatura non originale, LEVIATHAN miglior film in lingua non inglese. E adesso vada a rompere il cazz si allontani da codesto loco!

Sono tornato a casa, passando prima per l’ipermercato a comprare i grissini (costano davvero poco, nel futuro).

Ma, secondo voi, ci si può fidare delle parole di un gelatinoso?

Mah… comunque, vado a lavare la De Lorean. Quando qualcuno ti presta l’auto, il meno che puoi fare è restituirla pulita e col serbatoio pieno.

Annunci
Published in: on gennaio 16, 2015 at 10:02 am  Comments (7)  
Tags: , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://ilbibliofilo.wordpress.com/2015/01/16/come-fu-che-io-viaggiando-nel-tempo-chiesi-a-un-postero-accento-sulla-prima-o-chi-fosse-stato-eletto-presidente-della-repubblica-italiana-e-chi-avesse-vinto-gli-oscar-2015/trackback/

RSS feed for comments on this post.

7 commentiLascia un commento

  1. La parola ‘Italia’ sarà volgare? Ma chi gli ha dato la patente, a quello? 😉

    Mi piace

  2. Divertente 😀 (ehi, a me la stazione di Milano Centrale era piaciuta…ma l’ho vista una sola volta, ero di fretta e il 75% della mia attenzione stava ad altezze elevate)

    Mi piace

    • è un modo elegante per dire che avevi la testa nelle nuvole?

      Mi piace

      • non proprio, ero affascinata dall’architettura

        Mi piace

  3. […] è stato rivelato (vedi il post del 16 u. s.) che l’Oscar per il miglior attore andrà a Eddie Redmayne per la sua incredibile […]

    Mi piace

  4. […] ricordo benissimo di averti già conosciuto; in un mio viaggio nel futuro tu hai cercato di multarmi per divieto di […]

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: