DIPLOMACY (come Parigi non venne distrutta nella mattina del 25 agosto)

Prima riassumo la TRAMA, poi vi racconto come sarebbe stata interpretata questa storia da due grandi attori drammatici nati nel 1945, a pochi giorni di distanza.

PARIGI 1944. Gli Alleati stanno per entrare in città. Hitler ordina di distruggerla. Sono stati minati tutti i ponti sulla Senna, il Louvre, l’Arco di trionfo, le torri di Notre Dame, la torre Eiffel… il gen. Von Choltitz riceve la visita di un diplomatico svedese: “Si rende conto, Generale, che lei può passare alla storia in due modi?”

“E lei, signor console, ricorda quello che fecero i bombardieri inglesi ad Amburgo?”

“Sì, Generale: è stato orribile. Ma i nomi degli aviatori non li ricorderà nessuno! Vuole che il suo sia ricordato per secoli per l’infamia di aver trasformato questa città in un mare di rovine?”brennt
Mi sembra superfluo dire che Parigi non bruciò.

Invece vi racconto cosa abbiamo fatto, aspettando le crescentine e le tigelle alla Casona (località San Juan in Persiceto) la sera di sabato.

Avevamo visto DIPLOMACY nel cinemino di via Pietralata e, ispirati dal primo sorso di lambrusco, abbiamo provato a immaginare il dialogo tra il diplomatico Steve Martin e il generale Cipollino Von Boldi.
steveboldi
Atto primo, scena prima.

Diplomatico: -Generale Von Bolden, lei sa che, distruggendo i ponti, la Senna strariperà e annegheranno tutte le ballerine del Moulin Rouge?-

Generale: -Bestia, che dilemma!!! Devo obbedire agli ordini o salvare le ballerine?-

Diplomatico: -Pensi, Generale, che ci sono due gemelle svedesi di incredibile bellezza… e questa sera noi potremmo invitarle da Maxim’s…-

Generale: -Bestia, che roba! Che tentazione pazzesca! Ma non posso: se a Berlino sapranno che ho disobbedito, subito mia moglie sarà portata in un lager…-

Diplomatico: -Abbiamo già pensato a tutto, Generale! Sua moglie è già partita per la Svizzera! Al massimo la Gestapo arresterà suo cognato…-

Generale: -Quel pirla del mio cognato? Quasi quasi disobbedisco agli ordini!-

Atto secondo, scena prima. Arrivano le crescentine e il tagliere dei salumi. La discussione è rinviata sinedie.
trupp

 

Annunci
Published in: on novembre 24, 2014 at 11:01 am  Comments (1)  
Tags: , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://ilbibliofilo.wordpress.com/2014/11/24/diplomacy-come-parigi-non-venne-distrutta-nella-mattina-del-25-agosto/trackback/

RSS feed for comments on this post.

One CommentLascia un commento

  1. 😀

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: