Sopra il pianoforte la capra campa, sotto il pianoforte la capra crepa

Che differenza c’è tra IL CONCERTO (R. Mihaileanu, 2009) e IL RICATTO (E. Mira, 2013)?

A domanda rispondo:

IL CONCERTO è un bel film, interpretato da bravi attori (A. Guskov, M. Laurent), in cui succedono cose assurde.

IL RICATTO è un film, interpretato da E. Wood, in cui succedono cose assurde.

Come recensione è un po’ scarna? Vabbé… aggiungo qualche particolare.

La cosa più assurda nel CONCERTO è che un’orchestra, sciolta 30 anni prima per ordini superiori, si ritrova a eseguire un concerto magistrale SENZA AVER PROVATO neanche una volta.

La cosa più assurda nel RICATTO è che tutti continuano a ripetere al nervosissimo protagonista (d’ora in poi indicato dalla sigla GP, Grande Pianista) “non ti emozionare, stai calmo, non farti prendere dal panico, non fare come quella volta…” Se lo dicessero a me, farei IO una strage.

Per non essere accusato di spoileraggio, concludo con una serie di elementi… UNO SOLO DEI QUALI (dopo l’immagine dirò quale) ha a che fare col film

  1. GP è un alieno e trasmette col suo pianoforte-laser il seguente messaggio: “alla TABERNA ESPAGNOLA di via Andrea Costa 208 si mangia bene; aperta anche alla domenica”
  2. La moglie di GP, innamoratasi della sua truccatrice, fa uccidere il marito da un killer; poi va sul palco a cantare Romagna miaa, Romagna in fioreee accompagnata da Giuseppe Giacobazzi
  3. A 18 secondi dalla sirena Danilovic tira da 3, insacca e va in lunetta per un tiro libero aggiuntivo (fallo di Wilkins); si va ai supplementari… (credo di essere andato fuori tema)
  4. Finito il concerto (pubblico annoiatissimo) arrivano i Blues Brothers e cantano Everybody needs somebody; grande successo (siamo a Chicago, no?)
  5. La musica sveglia un plotone di nazi zombies che si mangiano tutti gli spettatori
  6. All’onicofago GP (per scacciare la jella) ripetono BREAK A LEG (= in bocca al lupo!) e infatti lui alla fine si rompe una gamba
  7. Eddie Valiant indaga a Cartoonia sulla morte del fratello, schiacciato da un pianoforte gettato dal tetto da… (sappiamo tutti chi è stato, no?)
  8. Ludwig van Beethoven sale sul palco ed esegue una cagata dodecafonica; tutti fischiano, ma tanto lui non ci sente
  9. Nel pianoforte è nascosta la chiave del cesso; ogni tanto GP la prende e va in bagno; il killer invece se la fa addosso (ecco perché è così incazzato)
  10. Nel pianoforte è nascosta anche una copia madeinchina dell’Anello del Potere “tle anelli ai le degli elfi sotto il sole che lisplende… nella tella di Moldol dove l’ombla cupa scende”
  11. Vladimir Putin accetta di restituire la Crimea; in cambio vuole Lupatelli e la comproprietà di M. Gòmez
  12. Tornate nella zona con l’incisione bianca, giusto nei pressi del piccolo anfratto dove abbiamo raccolto la seconda reliquia del livello
  13. Paperino (vedi sotto) non sa che l’altezza del seggiolino è regolabile; non occorre che si metta tutti quei libri sotto il culo

piano
ATTENZIONE!!!! ATTENZIONE!!! SPOILER!!!!!

L’AFFERMAZIONE N° 6 è esatta

Annunci
Published in: on marzo 25, 2014 at 10:45 am  Comments (10)  
Tags: , , , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://ilbibliofilo.wordpress.com/2014/03/25/sopra-il-pianoforte-la-capra-campa-sotto-il-pianoforte-la-capra-crepa/trackback/

RSS feed for comments on this post.

10 commentiLascia un commento

  1. geniale! (il post, ovviamente non il film)

    Mi piace

    • grazie
      il film è meno che mediocre; parte benino (il protagonista lotta con il nervosismo) e poi sbraca di brutto
      forse avevano finito i soldi… o le riprese dovevano chiudere entro un giorno preciso.. insomma si conclude col fiatone
      pollice verso

      Mi piace

  2. la tua recensione è molto meglio del film…ah un’altra cosa che trovai assurda in Il concerto ( film che mi è piaciuto moltissimo) è che tutti parlavano come Ivan Drago anche se nessuno voleva spiezzare in due nessuno…la 6è quella corretta? Beh direi che anche la 5 ci stava….

    Mi piace

    • grazie
      il punto debole del CONCERTO è proprio il doppiaggio; bisogna sentirlo in v.o. con i subtitulos
      purtroppo non so il francese: mi dicono che il modo con cui i russi storpiano il francese è spassosissimo

      Mi piace

  3. Il concerto (che vidi fortunatamente in v.o. proprio per evitare l’effettoivandrago) al confronto di Gran Piano è un gran film.
    A parte che E.W. è credibile come lo sarei io nei panni di una danzatrice classica, mentre lo guardavo continuavo a chiedermi “perchè?”

    Mi piace

    • tu chiedi “perché”
      non a tutte le domande c’è risposta

      Mi piace

  4. Ciao, sono Marco di Microgiochi.com. Ti scrivo per chiederti cortesemente di rimuovere il link “giochi di guerra” che si trova nel blogroll. Te lo chiedo in virtù di alcuni cambi amministrativi della pagina Microgiochi. Se vuoi tenere il link puoi farlo, però devi assegnarli l’attributo “nofollow”. Grazie in anticipo per la pazienza e la collaborazione. Scusami per il disturbo, Marco.

    Mi piace

  5. Ho appena finito di scrivere una recensione su questo film se ti va di leggerla…

    Mi piace

    • l’ho letta e commentata
      auguri di buon lavoro, ossimoro

      Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: