Sono stato ucciso in un duello, sono scappato con mia nuora (ho spesso soffiato la donna d’altri, ma un pompiere ha soffiato la mia) ho tentato di ingannare i servizi segreti, ho desiderato di uccidere un attore, sono stato un famoso pittore…

Anche se ha interpretato personaggi commoner e addirittura (orrore!) marxisti, Colin Firth si è ormai specializzato in personaggi upper class.

E’ stato Visconte, Duca, Lord e infine Re (beccàndosi un Oscar)

Andiamo con ordine.

  • in VALMONT (1989) è appunto il Visconte De Valmont, libertino e cinico seduttore di ingenue fanciulle (in lombardo, spurcaciùn); arriva a provare un tale disgusto per se stesso da presentarsi a un duello completamente ubriaco (in pratica, un suicidio assistito)
  • in IL PAZIENTE INGLESE (1996) è Lord Geoffrey Clifton, marito dell’appassionata Katherine (Kristin Scott Thomas); un triangolo di lusso con il misterioso Conte (Ralph Fiennes)
  • in FEBBRE A 90° (1997) è Paul Asworth, anticonformista prof di lettere e tifosissimo dell’Arsenal (squadra per cui Colin tifa davvero); in una magica sera del maggio 1989 urla di gioia per un gollasso all’ultimo minuto e conquista definitivamente il cuore di miss Sarah; da un bel romanzo di Nick Hornby
  • in SHAKESPEARE IN LOVE (1998) è Lord Wessex, uno stronzo (elisabettiano) che più stronzo non si può; le corna (da parte di mastro Shakespeare) gli stanno bene
  • in IL DIARIO DI BRIDGET JONES (2001) è Mark Darcy; sfondo una porta aperta se faccio notare il perfetto parallelismo con la storia di ORGOGLIO E PREGIUDIZIO? la protagonista sbaglia completamente a giudicare gli uomini (càpita quando si vive troppo in famiglia) e si innamora del bastardo Daniel (Hugh Grant), ma poi le si aprono gli occhi…
  • in L’IMPORTANZA DI CHIAMARSI ERNESTO (2002) è Jack Worthing, un gentleman di campagna che, per amore della bella Gwendolen, finge di chiamarsi Earnest; complicazioni a catena; dal capolavoro di O. Wilde
  • in LA RAGAZZA CON L’ORECCHINO DI PERLA (2003) è J. Vermeer, platonicamente innamorato della servetta Griet (Scarlett Johansson); l’aver ritratto Griet con quegli orecchini causerà non pochi inconvenienti
  • in LOVE ACTUALLY (2003) è Jamie, scrittore deluso dall’amore; ma capace di imparare il portoghese pur di chiedere ad Aurelia “mi vuoi sposare?” (se credete che sia facile non avete mai studiato il portoghese)
  • in CHE PASTICCIO, BRIDGET JONES (2004) è ancora mr. Darcy; stavolta deve tirar fuori Bridget da un carcere thailandese (e non è facile, no davvero); sequel in arrivo (è un’oca dalle uova d’oro)
  • in NANNY McPHEE -TATA MATILDA (2005) è Cedric Brown, vedovo con 7 figli (indisciplinati anzichenò); una governante alla Maripoppins risolve i suoi problemi; qualche analogia con il Von Trapp di THE SOUND OF MUSIC, ma il vedovo e la governante non si sposeranno
  • in UN MARITO DI TROPPO (2008) è Richard, un piccolo editore di NYC in procinto di sposare la bella Emma (Uma Thurman); ma all’anagrafe si sente dire che lei è già sposata con un certo Sullivan (è stato un hacker a combinare questo scherzo); dopo molte piroette Richard fa un bel gesto, tipo finale di CASABLANCA
  • in MAMMA MIA! (2008) è Harry, uno dei tanti che persero la testa per Donna (Meryl Streep); può anche essere il padre di Sophie, la ventenne figlia di Donna? Pare difficile, essendo lui gay…
  • in UN MATRIMONIO ALL’INGLESE (2008) è Jim Whittaker, nobiluomo con una moglie ingombrante (Kristin Scott Thomas) e una nuora americana (Jessica Biel) mooolto spregiudicata; sconvolto dalla Guerra Mondiale (ha visto morire troppa gente) e disgustato dal suo ambiente sociale, saluta tutti e parte con la nuora
  • in IL DISCORSO DEL RE (2010), il balbuziente Be-be-be-bertie, secondogenito del Re, si avvale della terapia del non-dottore Lionel (Geoffrey Rush) e riesce a domare una terribile timidezza; diventato (suo malgrado) re Giorgio VI, affronterà quel simpaticone di Hitler; premio Oscar per Colin Firth
  • in LA TALPA (2011) è Bill Haydon, alto funzionario dei Servizi segreti di Suamaestà; intelligentissimo e profondamente convinto della bontà del comunismo, lavora da sempre per il KGB, ma viene scoperto e ucciso (così impara a fare la spia); storia ispirata dalla figura di Kim Philbyvalmont

wessexearnestking

Annunci

The URI to TrackBack this entry is: https://ilbibliofilo.wordpress.com/2013/05/27/sono-stato-ucciso-in-un-duello-sono-scappato-con-mia-nuora-ho-spesso-soffiato-la-donna-daltri-ma-un-pompiere-ha-soffiato-la-mia-ho-tentato-di-ingannare-i-servizi-segreti-ho-desiderato-di-uccide/trackback/

RSS feed for comments on this post.

7 commentiLascia un commento

  1. ah, eccone uno che mi piace ancora più di giovannino Depp (e di molto!)

    Another Country: primo film, subito exploit perfetto. 9
    Il paziente inglese: 8
    Shakespeare in love: 8
    Il diario di Bridget Jones:8,5
    Orgoglio e Pregiudizio (è carino vederlo in parallelo col precedente, dove il suo personaggio si chiama appunto sempre darcy) 10 e lode
    L’importanza di chiamarsi ernesto: 9,5
    La ragazza con l’orecchino di perla 9,5
    Love actually 9
    che pasticcio, brdget Jones:7 (non ci crede più… non si diverte più!)
    nanny mc phee 7,5
    l’ultima legione 7
    Mamma mia 8
    un matrimonio all’inglese 9
    a single man 10 e lode
    il discorso del re 9

    Comunque l’oscar se lo sarebbe meritato per a single man (che avrebbe dovuto prendere anche miglior film, regia e fotografia)

    Mi piace

    • noto con piacere che apprezzi molto gli attori che ho inserito nella mia gallery (chissà se ti piacerà anche il prossimo…)
      CONFESSO ARROSSENDO che non ho visto l’edizione di OEP in cui Nicolino Firth era Darcy

      Mi piace

      • ad onor del vero e per non sembrare una sciamannata (anche perché mi sposo fra meno di un mese) devo dire che adoravo anche le attrici della tua gallery! Abbiamo gusti abbastanza simili, trovo.
        Invece di perdere tempo ad arrossire, procurati OEP 😉
        non so se tu gli darai 10 e lode, ma tua moglie forse sì 🙂

        Mi piace

  2. ecco Colin batte sicuramente Depp…secondo i miei gusti! visto quasi tutti i suoi film tranne il primo e gli ultimi …ma li vedrò questo è certo!

    Mi piace

  3. A single man: 10, come Cecilia, ma forse è merito di qualcos’altro?? Se badi alla filmografia ti accorgi che c’è sempre stato, ma in crescendo, e sempre in film non proprio commerciali. Mi sa tanto che…

    Mi piace

    • dopo il tuo voto, la CLASSIFICA PROVVISORIA è la seguente
      GEORGE (a single man) punti 20 e due lodi
      JACK WORTHING (the importance of…) punti 9,5
      J. VERMEER (la ragazza con l’orecchino..) punti 9,5

      Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: