Filippo Seymour Hoffman

Filippo? Sto scherzando, naturalmente…

Ma questa italianizzazione una volta era la REGOLA. Sono abbastanza vecchio da ricordare copertine di libri (popolano i miei incubi quando ho mangiato troppa peperonata) in cui comparivano GUGLIELMO Shakespeare, VITTORE Hugo, CARLO Dickens e (orrore degli orrori) VOLFANGO AMEDEO Mozart.

Sed de hoc satis (=emmòcesemorottercazzo). Vado ad elencare le interpretazioni di PHILIP Seymour Hoffman.

  • RITORNO A COLD MOUNTAIN (2003) – C’è la guerra (di secessione) e sono rimasti pochi giovani a Cold Mountain (North Carolina). Alla giovane Shyla viene in mente di sedurre il reverendo Veasey.
  • TRUMAN CAPOTE: A SANGUE FREDDO (2005) – Capote (in italiano, mantello) va nel Kansas, dove è successo un fattaccio di “nera” (quello di Perugia, in confronto, è uno scherzo). Ne verrà fuori un libro, A SANGUE FREDDO (un capolavoro, credete a me). Premio OSCAR per la miglior interpretazione maschile.
  • MISSION IMPOSSIBLE III (2006) – Owen Davian è il Cattivissimo che si oppone a Ethan (Tom Cruise), versione americana di Bond. Ma, a parte la prevedibilità di queste storie, si sente la mancanza dello humour britannico. Come nei film successivi, FSH è doppiato da F. Pannofino.
  • LA GUERRA DI CHARLIE WILSON (2007) – Un astuto parlamentare del Texas (Tom Hanks) trova il modo di armare i talebani contro i sovietici. Accanto a lui lavora Gut, abilissimo agente della Cia che non nasconde le sue crescenti perplessità: “conosci la storia del maestro zen e del cavallo che venne regalato?”
  • IL DUBBIO (2008) – In una parrocchia del Bronx (nel 1964) si scontrano le forti personalità di Padre Flynn e di Sorella Beauvier (Meryl Streep). Flynn prova simpatia per un alunno (povero e negro). Troppa simpatia, pensa la suora. Finale aperto: il parroco farà carriera, la suora resterà col dubbio di essere stata una stronza.
  • I LOVE RADIO ROCK (2009) – Nel Mare del Nord una vecchia nave sta affondando, ma il Conte (l’acqua gli arriva già alla cintola) continua a trasmettere il meraviglioso rock degli anni ’60. “In tutto il mondo ragazzi e ragazze avranno sempre i loro sogni e tradurranno i loro sogni in canzoni…”
  • LE IDI DI MARZO (2011) – Primarie nell’Ohio. Morris (G. Clooney) punta verso la Casa Bianca e Paul gli dirige la campagna elettorale. Ma qualcosa va storto (se mi chiamassi Shakespeare direi che c’è del marcio nell’Ohio, ma non dico niente). Paul sale sull’auto di Morris e, quando scende, dalla sua faccia buia capiamo che è stato licenziato.

cattivo

preteboat

The URI to TrackBack this entry is: https://ilbibliofilo.wordpress.com/2013/03/28/filippo-seymour-hoffman/trackback/

RSS feed for comments on this post.

7 commentiLascia un commento

  1. Magnolia 8,5
    Il talento di Mr Ripley 8
    Ubriaco d’amore 9
    La 25ma ora 8,5
    Ritorno a Cold Mountain 8
    …e alla fine arriva Polly 8
    A sangue freddo 10
    Onora il padre e la madre 8
    I love radio rock 9

    Si capisce che lo ritengo un grandissimo? In particolare come Truman Capote si può parlare di incarnazione, più che interpretazione. Persino la voce sembra uguale!

    Mi piace

  2. Dei film che citi, credo di aver visto solo Le idi di marzo e Mission impossible. E’ sicuramente un grande attore.

    Mi piace

  3. Per me la sua interpretazione migliore resta quella in Magnolia, di PTAnderson, che tu non hai citato però 😦 e anche quella nell’ultimo, The Master…da brividi.
    L’avevo apprezzato in un ruolo (più piccolo) di un film di cameron crowe… quello sulle groupies, non ricordo il titolo ora!
    un saluto

    Mi piace

    • Ricambio il saluto
      il film a cui alludi è QUASI FAMOSI (2000) che però non ho visto; so che lì Ph. S. Hoffman interpretava il giornalista LESTER BANGS

      Mi piace

      • sì esatto faceva lester bangs!! grazie del ragguaglio! 😀

        Mi piace

  4. Va in crescendo, e potrei partire dal ruolo dimezzato in Twister per proseguire con Flawless – Senza difetti, ma prima c’è Magnolia, 6,5, poi La 25a ora, da 7–, Mission impossible: 3, da 6 perché è un attore da mandare direttamente in 007, Charlie Wilson da 7, Onora il padre e la madre, Il dubbio e I love radio rock da 8. E’ ENORME!!!

    Mi piace

  5. […] RADIO ROCK, dove il tuo personaggio (il Conte) affonda con la nave e pronuncia alla radio la sua invettiva contro i politici che “non faranno mai un cazzo per rendere il mondo migliore… ma in tutto il mondo […]

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: