AMERICAN GRAFFITI vs NOTTE PRIMA DEGLI ESAMI

Riassunto delle puntate precedenti. Nello Scaffale dei Preferiti c’è posto solo per 40 dvd (gli altri li conservo nel vicino armadietto): occorre scegliere.

Ad esempio, in seguito ai commenti raccolti, IL CONCERTO (2009) resta nello Scaffale e TRAIN DE VIE (bellissimo comunque) va nell’Armadio (l’andrò a prendere spesso).

Fine del riassunto delle ecc.

Ora, qualcuno sarà rimasto basito da questo sacrilego accostamento.

Come si fa a contrapporre Rock around the Clock alla canzonetta di Venditti (allego i video), GEORGE LUCAS a FAUSTO BRIZZI, R. Dreyfuss e Ron Howard a N. Vaporidis e Eros Galbiati?

Credo di indovinare come finirà questa sfida. Però apprezzerò il giudizio degli eventuali commentatori. E adesso comincia il gioco delle ANALOGIE

  • in entrambi i film al centro della scena ci sono ragazze e ragazzi sui 19 anni (gli adulti, a parte il prof Martinelli, hanno ruoli marginali)
  • si infrange la legge spesso e volentieri (furto di magliette e di costumi da bagno, danneggiamento alle auto della polizia, furto con scasso, truffe e violenze private, consumo di superalcolici vietati ai minorenni, qualche canna…)
  • alla fine il protagonista appiedato corre come un matto (nel film italiano attraversa Roma solo per sentirsi dire…)
  • nei titoli di coda veniamo a sapere cosa è successo ai protagonisti; ma qui emergono le differenze tra i drammi di AG (uno morirà in un incidente stradale, un altro disperso nel Vietnam…) e i toni farseschi del film italiano (il secchione diventerà SERIAL KILLER, il maxicafone sarà EUROPARLAMENTARE, quello che prendeva sempre 6– nei temi diventerà professore di lettere…)