HOLIDAY, directed by G. Cukor

INCANTESIMO nella versione italiana (1938), una scintillante commedia con un ritmo perfetto, basata sul triangolo LUI (Grant), LEI (Doris Nolan) e LA SORELLA DI LEI (K. Hepburn).

TRAMA. LUI e LEI, trafitti dalla freccia di Cupido, vogliono sposarsi su due piedi; il padre di LEI (uno dei banchieri più ricchi d’America) accetterà solo se LUI si lascerà “inquadrare” nella sua banca; ma LUI non vuole farsi mettere il guinzaglio: ha delle idee troppo diverse (diciamo che è un contestatore globale con 30 anni di anticipo). Dopo una serie di colpi di scena tutto si risolverà sul transatlantico New York-Le Havre (è quasi lo stesso finale di SABRINA -1954- a parti invertite).

Raccontata così sembra solo una love story. Ma c’è molto di più: c’è la lotta di classe (anche in America c’è la lotta di classe).

LUI (laureato ad Harvard ma di umilissime origini) sa come si fanno i soldi: taglia il traguardo del milione di dollari a metà film. Ma il denaro è un mezzo, non un fine: vuole andare in pensione a 30 anni, girare il mondo e sperimentare le “cose nuove” che lo agitano; poi, forse, tornerà a lavorare. LEI è troppo tradizionalista per apprezzare questo progetto. LA SORELLA DI LEI (pecoranera della famiglia) è schierata contro il capitalismo e quando un cugino invoca per l’America un “right government” (si può tradurre con “governo giusto” o con “governo di destra”) scatta con un saluto fascista.

Pagine indimenticabili:

  • la Hepburn canta Camptown ladies sing dis song, doodah-doodah (aveva una bellissima voce)
  • la Hepburn fa il verso agli snob newyorkesi (“schiatto dal ridere: al combattimento di galli della sig.ra Onderkonk c’era la sig.ra Marble…”) che conosceva benissimo, essendo nata nella upper-class
  • C. Grant quando è stressato si rilassa facendo un salto mortale (niente controfigura, era un vero acrobata)

DOMANDA: quando LUI e LA SORELLA DI LEI arriveranno a Parigi, incontreranno Rick Blaine o Victor Laszlo?

Post scriptum dopo la domanda. Ormai quando vedo K. Hepburn non riesco a non pensare a Cate Blanchett, che la interpreta così bene in THE AVIATOR. Ma sui pregi e sui difetti di quel filmone (e sui motivi per cui ha beccato tanti oscar) vi annoierò un’altra volta.

Annunci
Published in: on marzo 23, 2011 at 12:57 pm  Comments (9)  
Tags: , , , , , , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://ilbibliofilo.wordpress.com/2011/03/23/holiday-directed-by-g-cukor/trackback/

RSS feed for comments on this post.

9 commentiLascia un commento

  1. Hepburn Grant Cukor… grandissimi attori, grandissimo regista. Indimenticabile la Hollywood classica

    Mi piace

  2. Ahahahah, grande, hai il senso della suspance!
    Quando ho letto i primi quattro righi di questo post ho pensato anch’io a Sabrina con l’omonima Hepburn.

    Mi piace

  3. Bellissimo, questo film. Lo ridanno abbastanza di sovente, in questo periodo, su Sky Cinema Classic e non me lo perdo. Adoro specialmente la festicciola privata che danno nella stanza dei giochi.

    Mi piace

    • infatti è la scena migliore, con il prof. Potter che dirige il coretto!!!
      quando ho un ritaglio di tempo (o voglio rifarmi la bocca dopo aver visto un film balordo), metto su il DVD a “quel punto” e GODO intensamente

      Mi piace

  4. Non annoi mai.
    Mi mancano questi film (nel senso che non li ho visti).

    Grazie mille per il commento e buon fine settimana 😀

    CIAO!!!

    Mi piace

  5. Bellissimo film: attori stupendi e un regista eccezionale. Come ci manca la grande “Old Hollywood”!

    O. T.: bel blog, continuerò a seguirti! Se vuoi, passa sul mio (anch’io tratto di cinema): ho postato il link nell’apposito spazio del commento. Se ti fa piacere, sarei interessato ad uno scambio link. Fammi sapere! 🙂

    Mi piace

    • grazie del complimento
      quanto al LINK, sarò onorato di effettuare lo scambio, ma mi devi insegnare come si fa (mio figlio è lontano e non posso chiederlo a lui)

      Mi piace

  6. […] voglio allungare troppo il post. E poi ne ho già tessuto le lodi… beh, diciamo che è più attuale dell’altra, in […]

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: