IL RITO

Re Mida trasformava tutto ciò che toccava in oro.

Sir A. Hopkins fa lo stesso: la sua bravura trasforma anche le storie più scioccherelle (come questa) in occasioni per mostrare la sua arte.

Qualche esempio tra i tanti:

  • in WOLFMAN (film scadente, a parer mio) è un nobile inglese affetto da licantropia (brillante interpretazione in entrambi i ruoli, con e senza zanne)
  • in THE BOUNTY rende il capitano Bligh quasi più simpatico del suo antagonista (Mel Gibson)
  • in LA MASCHERA DI ZORRO (film scemotto, ma non privo di momenti divertenti) tiene in piedi la baracca
  • in AMISTAD (bello, ma un po’ pesante) interpreta un vecchio ex-presidente di trascinante eloquenza

e l’elenco potrebbe continuare a lungo, avendo Hopkins interpretato di tutto (da re Tolomeo a re Lear a Nixon, da Clive Staple Lewis a Van Helsing, passando per maggiordomi inglesi, miliardari americani, motociclisti monomaniaci, criminologi cannibali ecc).

In attesa di vederlo nelle vesti del dio Odino (Thor uscirà tra poco), ho avuto modo di apprezzare la sua interpretazione dell’esorcista padre Lucas.

Trattasi di un gesuita schizzato che vive tra i gatti in una spelonca e durante un esorcismo NON SOLO NON SPEGNE IL TELEFONINO ma RISPONDE ALLE CHIAMATE.

TRAMA ESSENZIALE. E’ entrato in seminario senza una vera vocazione il giovane Michael e ha molti dubbi sui casi di possessione diabolica che deve esaminare. “Qui ci vuole lo psichiatra, non l’esorcista”.

Ci pensa il vecchio Padre Lucas a fargli cambiare idea: IL DIAVOLO C’E’, eccome se c’è… e si manifesta proprio… (beh, forse ci arrivate da soli)

Buona prova del regista Hafstrom, già esperto nel genere Horror.

Ha lasciato lavorare bene i due protagonisti in tonaca. Si è dovuto arrendere, invece, con M. G. Cucinotta: farla recitare sarebbe un MIRACOLO e i miracoli non riescono sempre.

P.S. Spero in un sequel, in cui la banda degli Allegri Esorcisti si faccia paracadutare in una villa di Arcore (Italia) dove pare si verifichino inquietanti episodi di possessione diabolica.

Published in: on marzo 12, 2011 at 1:41 am  Comments (2)  
Tags: , , , , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://ilbibliofilo.wordpress.com/2011/03/12/il-rito/trackback/

RSS feed for comments on this post.

2 commentiLascia un commento

  1. Scommetto che sarà la Cucinotta ad essere posseduta, sbaglio? 🙂

    "Mi piace"

    • NO, il diavolo si diverte a possedere proprio padre Lucas (si vede che la Cucinotta non lo interessava)

      "Mi piace"


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: