Cosa vedrò nelle prossime 5 sere

Quello che penso del Sanremofestival l’ho già detto

http://un-paio-di-uova-fritte.blog.kataweb.it/2011/01/22/100-motivi-per-non-pagare-il-canone-rai/

Le prossime serate saranno ottime per andare al cinema (poca fila alle casse, meno casino in sala). Ci sono dei buoni film in giro: ad esempio mi hanno parlato bene de IL TRUFFACUORI. Lo vedrò, lo vedrò…

Per chi non può uscire di casa (influenza, colite, caviglie fratturate, ecc) suggerisco qualche DVD, sera per sera:

  • martedì 15, LA MIA AFRICA di Sidney Pollack o (per chi ama i film musicali) CABARET di Bob Fosse
  • mercoledì 16, PROVACI ANCORA SAM (Woody Allen) o ALL THAT JAZZ (sempre Bob Fosse)
  • giovedì 17, IL CONCERTO (Radu Mihaileanu) o CANTANDO SOTTO LA PIOGGIA (Stanley Dohen)
  • venerdì 18, APOCALYPSE NOW (F. F. Coppola) o RADIO AMERICA (Robert Altman)
  • sabato 19, A QUALCUNO PIACE CALDO (Billy Wilder) o MY FAIR LADY (George Cukor)

N.B. Ho citato i primi titoli che il mio sguardo ha individuato nello scaffale “internazionale” (italiani esclusi). Chiedo scusa per errori e omissioni.

Annunci

The URI to TrackBack this entry is: https://ilbibliofilo.wordpress.com/2011/02/14/cosa-vedro-nelle-prossime-5-sere/trackback/

RSS feed for comments on this post.

5 commentiLascia un commento

  1. Tutti ottimi, difficile la scelta. Riserve su “My fair lady”. Da ragazzo vidi l’edizione teatrale con Delia Scala e Gianrico Tedeschi, fantastica. Il film ne è una pallida idea (Cukor inspiegabilmente abolì le coreografie, uno dei punti di forza dello spettacolo), peggiorato dal pessimo doppiaggio

    Mi piace

    • il doppiaggio è la tragedia di molti film inglesi, in particolare Myfairlady in cui la pronuncia delle vocali è praticamente TUTTO: da noi si cercò di far parlare Eliza Doolittle in ciociaro (ai Romani fa sempre ridere l’accento ciociaro) ma non rende, non rende neanche un po’…

      Mi piace

  2. Ottimi titoli!

    Grazie mille per il commento, CIAO!!! 😀

    Mi piace

  3. Pensa che per me, bambina, apparve come un film bellissimo, pieno di suggestione e di fascino. E le musiche e le canzoni! Le so ancora tutte a memoria, dalla memorabile “La rana in Spagna gracida in campagna” alla dolcissima “Avrei danzato ancor, tra le sue braccia ancor, leggera come un fior!”. Devo dire che mi fu regalato il long playing con tutte le canzoni del film!

    Mi piace

    • come dicevo a Cinemaleo, è difficile rendere bene certe sfumature; il famoso tango “la-rana-in-spagna-ecc” fa eccezione, perché ha lo stesso ritmo dell’originale “the-rain-in-Spain-stays-mainly-in-the-plain”

      Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: