poesia di RILKE (a proposito delle donne del futuro)

Più di un anno fa recensivo un film di Enzo Monteleone

https://ilbibliofilo.wordpress.com/2009/04/20/due-partite-film-di-enzo-monteleone/

Promettevo di citare la poesia di Rilke che una delle protagoniste portava sempre con sé.

A distanza di 19 mesi, grazie a Rachele, posso mantenere la promessa.

“Un giorno esisterà la fanciulla e la donna,

il cui nome non significherà più soltanto un contrapposto al maschile,

ma qualcosa per sé,

qualcosa per cui non si penserà a completamento e confine

ma solo a vita reale:

l’umanità femminile.

Questo progresso trasformerà l’esperienza dell’amore,

che ora è piena d’errore,

la muterà dal fondo

la riplasmerà in una relazione da essere umano a essere umano,

non più da maschio a femmina.

E questo più umano amore

somiglierà a quello che noi faticosamente prepariamo,

all’amore che in questo consiste:

che due solitudini si custodiscano,

delimitino e salutino a vicenda.”

Annunci
Published in: on novembre 28, 2010 at 11:58 am  Comments (2)  
Tags: , , ,