Psycho (by A. Hitchcock)

Come dicevo, è un thriller coi fiocchi e controfiocchi.

Non so voi, ma io non ho provato emozioni simili né con Shining, né con gli zombie di Romero né con Alien. Sarà perchè ero un ragazzino… ma la scena del bagno (in realtà, il sangue è cioccolata, ma fa effetto lo stesso) e il cadavere mummificato della mamma sono dei capolavori ineguagliati.

Per non parlare della fotografia (di John Russell, meritava l’Oscar) e della colonna sonora (di Bernard Herrmann): ricordate l’uso dei violini per rendere il crescendo della tensione?

Accludo un’immagine di A. H. Dopo di che, per chi non la conoscesse, sintetizzo la TRAMA.


In un sperduto (e assai poco frequentato) motel nel deserto dell’Arizona avvengono numerosi delitti. Sarà la vecchia madre del proprietario?

No, è proprio lui, il pallido e schizzatissimo Norman Bates che (avendo ucciso la madre) l’ha mummificata e spesso indossa i suoi vestiti per ESSERE LEI.

Ragion per cui SE VIAGGIATE DA QUELLE PARTI evitate i motel poco frequentati.

Fermatevi all’Hilton o all’Holiday Inn. Magari vi accoltellano lo stesso. MA IL CONFORT E’ MAGGIORE.

P.S. Nel 1998 girarono un remake a colori (il sangue era rosso). Non malissimo, ma mancava la magia di Hitchy.

Annunci
Published in: on settembre 6, 2010 at 2:20 pm  Comments (8)  
Tags: , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://ilbibliofilo.wordpress.com/2010/09/06/psycho-by-a-hitchcock/trackback/

RSS feed for comments on this post.

8 commentiLascia un commento

  1. condivido completamente!!

    Mi piace

  2. se è per questo, c’è pure Psycho II, III e IV. Come Rambo 😉

    http://tinyurl.com/cntke3
    http://tinyurl.com/37yel5r
    http://tinyurl.com/nm4j8

    Mi piace

    • tutti gli altri ne han 31
      ma di Hitchcock ce n’è UNO

      Mi piace

  3. Sì, è stupendo questo film 😀

    Grazie mille per il commento, CIAO!!! 😀

    Mi piace

  4. Mamma mia che paura, Hitch! Ho tremato molto anche con gli Uccelli, la prima volta che l’ho visto, poi rivedendolo da adulta un po’ meno. E’ stato uno dei maggiori registi di tutti i tempi, a mio parere. Ricordo anche i gialletti piccoli televisivi “Hitchcock presenta…” ce n’era uno dove l’arma del delitto era un cosciotto d’agnello congelato, che poi veniva allegramente divorato insieme ai poliziotti stessi che avrebbero dovuto indagare. Magistrale e ironico!

    Mi piace

    • magistrale davvero!
      aggiungo che l’idea del cosciotto congelato veniva da un altro inglese, ROALD DAHL, che scrisse nel 1953 il racconto LAMB TO THE SLAUGHTER (il nome della moglie vendicativa è Mary Maloney); molti altri racconti di DAHL (ad esempio, DIP IN THE POOL) hanno ispirato la serie di Hitch

      Mi piace

  5. E’ lo stesso Roald Dahl dei libri per bambini?!

    Mi piace

    • yes, he’s the same
      Dahl era uno scrittore per adulti (e con una certa propensione alla cattiveria), ma è diventato famoso con LA FABBRICA DI CIOCCOLATO, IL GGG, LE STREGHE ecc, romanzi un po’ zuccherosi ma adattissimi ai bambini

      Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: