LA NUBE PURPUREA, romanzo di M. P. Shiel

Questa faccenda della “nube islandese”, che rischia di provocare danni economici inimmaginabili, mi ha fatto tornare in mente un romanzo scritto più di 100 anni fa.

Matthew Phipps Shiel (1865-1947) scrisse tantissimo, nella sua vita eccentrica. Ricevette lodi da suoi più famosi colleghi (Rebecca West, Oscar Wilde, Stevenson, Wells) ma le sue opere non incontrarono i favori del pubblico. Ebbe successo solo post mortem.

LA NUBE PURPUREA è il suo romanzo più riuscito. Tradotto in italiano e pubblicato da Adelphi nel 1967, oggi si trova con qualche difficoltà.

TRAMA. Adam Jeffson è l’ultimo uomo sulla Terra e ci racconta com’è andata.

Una catena di vulcani emersa nel Pacifico erutta in continuazione acido cianidrico. In breve tutto il pianeta è ricoperto da questo gas (lo stesso che useranno ad Auschwitz, ma questo Shiel non poteva saperlo) che uccide e mummifica tutti gli animali terrestri, insetti e homo sapiens compresi.

Adam si è salvato perchè era al Polo Nord (unico superstite di una spedizione) e il gelo polare aveva condensato i vapori della nube, rendendola innocua.

Poi la nube si è dissolta e l’ultimo uomo si aggira per le città deserte: ne incendia qualcuna (Londra, Parigi, ecc) tanto per svagarsi, poi si costruisce una villa sul mar Egeo. Un terremoto distrugge anche quella.

Lo stesso terremoto fa uscire dalle rovine di Istanbul una donna, miracolosamente sopravvissuta. Adam dapprima la respinge (vale la pena di perpetuare la specie umana?), poi lei lo convince. E tutto ricomincia, con Adam e Leda. L’ha chiamata così: Eva era un nome troppo banale.

E’ un buon romanzo, tutto sommato. Non mancano le pagine ironiche: Adam legge sull’ultimo numero del Times, stampato alla vigilia della finedelmondo, le diatribe della comunità scientifica britannica sulla natura della Nube.

A quanto mi risulta NON ne hanno mai fatto un film. Troppo pochi i personaggi o troppo costose le scene al polo nord e nella Londra del 1901?

 

Annunci
Published in: on aprile 19, 2010 at 4:24 pm  Comments (6)  
Tags: , , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://ilbibliofilo.wordpress.com/2010/04/19/la-nube-purpurea-romanzo-di-m-p-shiel/trackback/

RSS feed for comments on this post.

6 commentiLascia un commento

  1. […] Vai a vedere articolo: LA NUBE PURPUREA, romanzo di M. P. Shiel « un paio di uova fritte […]

    Mi piace

  2. E’ un libro che ho letto molti, molti anni fa. Ricordo poco, ma questo senso incalzante che ti porta ad andare avanti e avanti finché non finisce. Sembra di essere inseguiti dalla nube purpurea anche noi lettori.

    Mi piace

  3. Anch’io l’ho letto tempo fa. Mi sa che, dopo questo post e questi fatti, lo ritiro fuori e me lo rileggo.

    Mi piace

  4. Questo mi manca.

    Grazie per il commento, CIAO!!! 😀

    Mi piace

  5. L’ho trovato per caso in una biblioteca quest’estate 2010. E’un libro fantastico, in tutti i sensi.
    Forse l’unico libro che una volta terminato mi è venuta voglia di rileggere, almeno in parte. Chiaroveggente, creativo, lascia un grande desiderio di libertà dal bisogno. Lo consiglierei a tutti quelli che amano l’avventura dello spirito. A mio avviso ha tuti gli elementi per essere un cult. Cercherò altri suoi libri.

    Mi piace

    • 3 racconti di Shiel (raccolti sotto il titolo IL PRINCIPE ZALESKI) sono stati raccolti in libretto da SELLERIO
      140 pagine, difficile da trovare

      Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: