4ever un cazzo!!! Silvio, è finita!!!

Come promesso nel precedente post (30 aprile), ho riportato LA RISPOSTA dell’esasperata Veronica.

E il discorso potrebbe finire qui, non essendo io un esperto di divorzi.

TUTTAVIA, visto che siamo in argomento, trascrivo qui un interessante testo che è capitato per un puro caso nelle mie mani.

(dalle prediche di Fratel Dario da Ferrara)

In una parte di questo mondo, che per degni rispetti non nomino, viveva, uditori carissimi, e vive tuttavia un cavaliere scapestrato, amico più delle femmine che degli uomini dabbene, il quale avvezzo a fare d’ogni erba un fascio aveva posto gli occhi su una dozzina di attricette, dal volgo nominate “veline”, ed era assai desioso di compiere con esse loro ogni sorta di disordini.

I gentiluomini della contrada erano scandalizzati e dimolto ansiosi per la salvezza delle loro (del cavaliere e delle veline) anime.

Quand’ecco che, ritornando all’alba nella sua villa dopo una notte di vergognosi bagordi, davanti al Cavaliere si parò prodigiosamente la Beata Veronica di Macherio, una santa donna alla cui intercessione sono dovuti miracoli e incredibili conversioni, di cui parlerò diffusamente in altra occasione.

-O inveterato nel male, la voce delle tue nequizie è giunta fino a me! Ascolta dunque quanto ho da dirti e pèntiti, altrimenti ti do uno smataflone che il muro te ne dà un altro!- 

E, cominciando dalla A (aida) alla Y (yespica), ricapitolò tutte le malefatte del Cavaliere e della sua scellerata ciurma di bravi. Chè la Beata sapeva ogni cosa, neanche se avesse intercettato tutte le comunicazioni telefoniche e via e-mail.

Colpito da tanta precisione, il Cavaliere si umiliò fino alla polvere della via e giurò e spergiurò che giammai sarebbe ricaduto nei suoi peccati, né avrebbe corrotto giudici, né avrebbe frodato il fisco, né avrebbe falsificato bilanci, ecc ecc.

Tanto sincero parve il suo pentimento che la Beata gli credette e, levatasi in volo, ritornò nel paradiso terrestre. Fece male a credergli perché lo scellerato, guardatosi intorno per vedere se si trovasse sul set di SCHERZI A PARTE, le rivolse da lontano il gesto dell’ombrello e ritornò al suo antico animo.

Quel po’ di pentimento era infatti svanito con le brume del primo mattino e solo la stizza rimaneva, esacerbata dal rimorso di quella passeggera debolezza.

Appena la Beata Veronica però seppe di essere stata ingannata, secondo il noto detto “passata la festa gabbata Veronica”, prese bene la mira e rovesciò una tonnellata di letame, a mezzo stampa, sul Cavaliere e ne sputtanò definitivamente l’immagine.

Da questo episodio, uditori miei carissimi, traete le debite conseguenze.

  1. VOTATE PD
  2. NON FIDATEVI MAI DELLE PROMESSE DEL CAVALIERE, CHE NON SOLO NON PERDE IL VIZIO, MA NEANCHE IL PELO. ANZI OGNI ANNO CHE PASSA ACCRESCE FRAUDOLENTEMENTE I SUOI CAPELLI
Annunci
Published in: on maggio 3, 2009 at 11:16 pm  Comments (7)  
Tags: , , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://ilbibliofilo.wordpress.com/2009/05/03/4ever-un-cazzo-silvio-e-finita/trackback/

RSS feed for comments on this post.

7 commentiLascia un commento

  1. Pensate, per un secondo, se questo fosse successo a qualcuno in un governo di sinistra (in caso di vittoria elettorale di Walter)… Provate solo a visualizzare…

    Mi piace

  2. Già: stiamo parlando dello stesso Berlusconi che ha fatto di tutto per presentarsi come erede della tradizione cristiana (compreso arruolare Mastellone nostro!)?

    Mi piace

    • Sì, è proprio lui: lui che “noi stiamo dalla parte della famiglia e candidiamo la carfagna, mica il transgender Luxuria…”

      Speriamo che ‘sta storia e le europee ci aiutino: sono stufo di sperare in Bossi…

      Mi piace

  3. … e intanto Porta a Porta fa il 33.6% (così Silvio dirà che lui favorisce la RAI su Mediaset)… ah, Brunone nostro!

    Mi piace

  4. per me tornano insieme e vivono felici e contenti

    Mi piace

    • DIO PERDONA, VERONICA NO
      col cavolo che lo perdona!!!
      peccato però: avremmo avuto il capolavoro mondiale del cafonkitsch con una puntata speciale di STRANAMORE
      immaginate la scena: Silvio sale sul pullman e registra il suo messaggio “PERDONAMI AMOREEEEEE, NON POSSO VIVERE SENZA TE”, poi va in studio e MENTRE SBIRCIA NELLA SCOLLATURA DELLA FOLLIERO spiega agli spettatori che vita terribile sia la sua SEMPRE A LAVORARE PER L’ITALIA (insomma un marchettone elettoral) POI SI APRE LA PORTA… APPARE VERONICA (con o senza prole) lui si inginocchia ecc ecc

      Mi piace

  5. Los Angeles 9.25.09
    Il mondo ride,l’italia rappresentata nel modo i cui tutti conoscono.In annozero Bocchino si accalora,ma e’ subito KO.Al cavaiere piacciono le donne cazzi suoi,ma le bugie enormi che il mondo intero ha riscontrato pesano sula
    credibilita’.Puo un bugiardo poi fare e mantenere promesse,Sono molti a credere di no.La Carfagna cita
    Republica dopo aver succhiato l’uccellino al presidente ma questa notizia e’ vecchia di molto anche la stampa mondiale ha publicato,faccia anche Lei come il Suo padrone citi tutti,ma si rende conto che in tribunale si presente perche’ soffre di emicrania(sic)non non cancella la sua esperinza di succhia uccelli.Pensav che supportata
    dal premier si oscurasseri i suoi precedenti.Per essere intoccabili bisogna non avere passato del quale vergognarsi, che sicuramente verra’ fuori quando serve.La scizofrenia,i deliri di potenza,credersi un don giovanni,a parte l’aspetto,per
    un uomo di 73 e’ solamente ridicolo il cerone non cancella gli anni,il viagra non basta.Vergogna
    Aldo Caretti
    investments@cfgi.biz

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: