FANTASMI A ROMA, il film

Nel 1961 venne prodotto e distribuito in Italia un bel film (dopo ve ne faccio vedere un pezzo), che vantava alcuni tra i più bravi attori dell’epoca.

Li cito in ordine alfabetico: Lilla Brignone, Tino Buazzelli, Edoardo De Filippo, Vittorio Gassman, Marcello Mastroianni.

Scusate se è poco.

Eppure ebbe pochissimo successo. Mentre piacque molto in Francia e Spagna: proverò a spiegare il perchè dopo averne riassunto la TRAMA.

Viveva in un palazzo cadente della vecchia Roma un principe (De Filippo), che rifiutava di vendere il palazzo (uno speculatore lo avrebbe trasformato in un supermercato): morto il principe, un gruppo di fantasmi (a cui si aggiunge lo stesso principe) riesce a salvare il palazzo in un modo molto originale.

La domanda è: perché una commedia così brillante (soggetto di Flaiano e Scola, mica còtica) e magnificamente recitata non è piaciuta al pubblico italiano?

Secondo me agli Italiani proprio non piace l’idea della morte. Nonostante la retorica del “siam pronti alla morte!” dell’Inno di Mameli, qui da noi ogni accenno (anche indiretto) all’argomento suscita solo imbarazzo e toccamenti vari.

Eppure è un tema che riguarda tutti. Come l’amore. La morte (con o senza l’amore) riempie la letteratura, l’arte e la musica di tutte le epoche, da Omero a Mozart, dall’Amleto a Garcia Lorca, dal Giudizio di Michelangelo a Saint-Saens.

Insomma, in Italia il film non è piaciuto. Vi consiglio di cercare il DVD (non è facilissimo trovarlo): io ho trovato la versione spagnola, che però è bilingue (volendo, puoi sentire Gassman e Mastroianni doppiati) e comunque, per avere un’idea,  beccàtevi questo video.

The URI to TrackBack this entry is: https://ilbibliofilo.wordpress.com/2009/02/28/fantasmi-a-roma-il-film/trackback/

RSS feed for comments on this post.

8 commentiLascia un commento

  1. Sembra molto interessante: grazie per la segnalazione, non ne avevo mai sentito parlare.

    Mi piace

  2. a me piace troppo la scena del frate nella cucina del ristorante… e poi i costumi dei fantasmi, tutti di epoche diverse ma sfumati di grigio-azzurro. e ovviamente mastroianni, in tre ruoli diversi!

    Mi piace

  3. Si trova a noleggio a Bologna?

    Mi piace

  4. Per chi fosse interessato: http://ilmessaggero.bol.it/dvd/scheda/ea803270099995.html

    Venti euro ben spesi.

    Mi piace

  5. @ leucosia: che grande attore era Mastroianni!! E in quel momento godeva di una fama mondiale, grazie a LA DOLCE VITA e IL BELL’ANTONIO
    @ Per-Henrik: no, non c’è neanche da Balboni
    @ A Taste of Italy: grazie della segnalazione

    Mi piace

  6. Per me è un film splendido, che ricordo abbastanza. Grazie per averlo segnalato e per il pezzetto che ne hai postato. Comunuqe, sì, in Italia c’è, forse più che altrove, il terrore della morte. All’estero i cimiteri sono luoghi piacevoli, alcuni celebri, come quello parigino del Père Lachaise, che viene visitato come un qualsiasi monumento cittadino. Ce li vedi i turisti che includono nel tour di Genova una visita allo Staglieno?

    Mi piace

  7. Un film elegante e surreale, ottimamente recitato e con dialoghi arguti e mai banali… ma soprattutto profetico sullo scempio che si stava attuando nel nostro bel Paese in pieno boom economico.

    Mi piace

  8. […] bel film, l’ho già detto. Qualcuno lo ha citato a proposito di MAGNIFICA PRESENZA (Ozpetek 2012). Anche lì […]

    Mi piace


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: