Don Milani nel Bronx o suor Di Pietro?

Ho notato che quelli che vanno a vedere IL DUBBIO, un filmone di grandi attori, entrano in sala già con delle idee preconcette.

Da una parte i COLPEVOLISTI. Se un prete è accusato di pedofilia, è senz’altro vero. Lui è uno sporcaccione che FINGE di lottare contro il razzismo e le ingiustizie sociali e lei è una integerrima Di Pietro, instancabile nella difesa della fede e dei retti costumi. Magari poco simpatica (come Di Pietro, appunto) ma ha ragione lei.

Poi ci sono gli INNOCENTISTI. Ha ragione lui, che ripete alla suora-preside che la Chiesa deve cambiare (siamo nel 1964) e stare dalla parte dei poveri, lottare contro il razzismo, ecc; lei è una zitellona inacidita e sessuofoba, che vede il male dove non c’è.

Quanto a me, sono entrato in sala senza pregiudizi. E rimango nel dubbio pirandelliano: lui è colpevole o ingiustamente calunniato? Così è se vi pare…

Semplicemente mi sono goduto un bel film in cui concorrono all’OSCAR tutti gli attori: Meryl Streep, Philip S. Hoffman, Amy Adams (la suora giovane) e Viola Davis (la madre del ragazzino).

Fine della recensione. Punto e a capo. Se abitate a Pavia o dintorni, questa sera andate al teatro Fraschini. Nella parte di Meryl Streep Lucilla Morlacchi, nella parte di Hoffman Stefano Accorsi; forse non reggono il confronto, ma sono bravi: roba del paese nostro, fategli un bell’applauso.

Published in: on febbraio 5, 2009 at 10:57 am  Comments (3)  
Tags: , , , , , ,