Leo Gullotta al Duse

Tradizione vuole che, quando compare in scena il PRIMO ATTORE o la PRIMA DONNA, in teatro scatti l’applauso.

Applauso lungo o breve, freddo o convinto, a seconda dei casi.

In questo caso, quando Leo Gullotta è entrato in scena (nel Piacere dell’onestà di L. Pirandello) al teatro Duse di Bologna domenica pomeriggio, gli applausi sono stati convinti e fragorosi. 

Grande attore Gullotta: serio, misurato e capace di finezze non comuni.

Uno dirà: ma fa il guitto al Bagaglino e la pubblicità ai torroncini.

Insomma, si deve pur guadagnare qualche euro per la vecchiaia. E poi un attore non deve essere necessariamente un santo.

L’unico attore di teatro riconosciuto per santo si chiamava Genesio, fu martirizzato ai tempi di Diocleziano. Porta male (gli attori sono molto superstiziosi) essere decapitato.

Quanto alla commedia è piuttosto datata.

Nel 1917 l’Onestà era un valore da onorare e applaudire. Oggi… lasciamo perdere!

E il caso su cui si impernia l’azione (un riccone sposato che avrà un figlio dall’amante e non lo può riconoscere) adesso non causerebbe scandalo.

Anzi, oggi il riccone ostenterebbe la sua avventura nei talk show e sulle riviste di gossip. E l’amante farebbe una carrierona. Magari diventerebbe ministro.

Alla fine il sipario si è aperto sette volte. Non succede spesso.

The URI to TrackBack this entry is: https://ilbibliofilo.wordpress.com/2009/02/03/leo-gullotta-al-duse/trackback/

RSS feed for comments on this post.

5 commentiLascia un commento

  1. Quanto tempo che non vado al Duse e che voglia di Pirandello!

    "Mi piace"

  2. Pensa, sono un avido, anzi avidissimo lettore di Pirandello, eppure non ho mai, e dico mai, visto la messa in scena di un suo lavoro :(, mi hai fatto venire un po di invidia =) !

    "Mi piace"

  3. E pensare che per decenni é stato di moda declassare Pirandello come “autore borghese”…
    adesso è il più rappresentato degli autori italiani (il secondo è Goldoni) e secondo me le generazioni a venire lo apprezzeranno più di noi
    QUANTO AL DUSE, intrecciamo le dita: sento ripetere voci allarmanti sul suo futuro!

    "Mi piace"

  4. Mi sono sempre chiesto anch’io che ci facesse Gullotta al Bagaglino. Soprattutto date le sue opinioni politiche. Beh, in fondo, qualcosa per mangiare e pagare le bollette lo si deve fare, no?

    Corro a leggermi L’onestà.

    "Mi piace"

  5. Io adoro Pirandello. E mi sono vista tutto. Ne vado fiera.
    Però sono anni che non vado più a teatro.

    "Mi piace"


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: