BLADE RUNNER (1982 – 1992)

Film diretto da Ridley Scott. 

La versione iniziale, che andò nelle sale nel 1982, aveva un consolatorio “vissero felici e contenti” imposto dalla produzione. Dieci anni dopo il regista riuscì a rimetterci le mani e montò la nuova versione, eliminando la voce fuori campo e scegliendo un finale più amaro. Per chi non lo sa (e vuole saperlo) il replicante Rachael, la donna che credeva di essere umana, “non vivrà”.

In questi giorni mi sono visto e rivisto il DVD “final cut” e ancora non mi decido. Meglio questo o quello del 1982? Bisogna che li riveda ancora.

Per il finale, preferisco l’amara verità della nuova versione. Quella vecchia era troppo Hollywood. Più complessa la questione della voce fuoricampo: la storia è talmente intricata che, se non avessi visto prima la vecchia versione, in molti punti non capirei una cippa.

Ad esempio (e non è cosa da poco) il motivo per cui Roy Batty salva la vita al suo nemico Deckard, all’assassino dei replicanti, non c’è nel DVD: “amava la vita, la vita di tutti… anche la mia!”

EPPOI c’è il fatidico quesito, su cui si discute da decenni: Deckard è a sua volta un replicante, strumento inconsapevole della polizia?

Pare di sì, secondo www.blade-runner.it/ Io, nel mio piccolo, non mi pronuncio. Semplicemente preferisco pensare di no. E che l’amore del morente Batty si estenda a un vero nemico, non a un fratello di sventura.

In attesa di una risposta definitiva, un quesito più terraterra. Perchè in Italia non abbiamo mai realizzato un film sf decente? E pensare che la fantasia non ci manca.

L’ULTIMO UOMO SULLA TERRA (1963) ispirato al romanzo IO SONO LEGGENDA, e quindi prima versione del film con Will Smith dell’anno scorso, è stato girato a Roma. Ma il produttore era inglese, il regista americano e la star era Vincent Price.

Perciò non lo considero un film italiano. A parte quello mi vengono in mente solo due titoli. OMICRON di Gregoretti (1963) con Renato Salvatori alieno e CIAO MARZIANO di Pingitore (1980) con Pippo Franco. Troppo serioso il primo, troppo farsa il secondo. Una via di mezzo no?

Published in: on gennaio 2, 2009 at 11:53 pm  Comments (4)  
Tags: , , , ,

The URI to TrackBack this entry is: https://ilbibliofilo.wordpress.com/2009/01/02/blade-runner-1982-1992/trackback/

RSS feed for comments on this post.

4 commentiLascia un commento

  1. ho letto il libro a suo tempo di p.k.dick… folle e visionario anche più del film! c’è una scena descritta nel romanzo di un ragno in un lavandino, che il protagonista crede vero ed invece… (non sapevo che il finale era stato imposto!)

    "Mi piace"

  2. proprio così, Leucosia: il finale consolatorio “vissero felici e contenti” VENNE IMPOSTO DALLA PRODUZIONE secondo gli schemi classici del “noir” cinematografico (il detective “duro” e apparentemente cinico si innamora della fanciulla indifesa…)
    QUANTO ALL’ORIGINALE di Philip Kindred Dick è lontanissimo dal film; SI RACCONTA che Dick, letta la sceneggiatura, chiese chi ne fosse l’autore per sapere chi PICCHIARE; e comunque il mucchio di soldi che ottenne in cambio gli permise di fare il riccone per il resto della sua (ahimè breve) vita
    CONCLUDO: nel romanzo Deckard è chiaramente umano, non un replicante, altrimenti la moglie noterebbe qualcosa di strano…

    "Mi piace"

  3. leucosia ha ragione: splendido film ma ancora più straordinario libro.

    Giovanni

    "Mi piace"

  4. L’ho sempre pensato anch’io che Deckard fosse un replicante. Però lo si deduce più dal film.

    Alberto

    "Mi piace"


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: